shore jigging italia tutorial assist hook 5 1Dopo aver visto come costruire un doppio assist hook con gli ami a paletta, ora andiamo a vedere come costruirne uno singolo, utilizzando sempre un amo a paletta anzichè con il classico occhiello.
Buona lettura.

Per la creazione di questo assist hook ho utilizzato:

-Jigging braid Varivas Seriola Assist Line 50 LB
-Ami Decoy Pike AS-03 misura 2/0
-Solid Ring
-Colla cianoacrilica tubertini Mach-2
-Knotter con del trecciato (knotter non necessario, è possibile anche rilegare a mano)
-Forbicine
-Un piccolo octopus
-Ago
-Un pezzettino di scotch


shore jigging italia tutorial assist hook 5 2Come nello scorso tutorial, sto utilizzando il jigging braid Varivas Seriola Assist Line 50 LB, tutta la serie di questo jigging braid ha la particolarità di poter estrarre la parte interna, rendendolo cavo.
Quindi, come da foto, tagliate uno spezzone della misura desiderata ed estraete la parte interna, nel caso utilizziate un jigging braid cavo andate al prossimo step direttamente.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 3Prendiamo lo spezzone di jigging braid, e inseriamo al suo interno l’ago, la lunghezza dell’assist hook sarete voi a deciderla.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 4Inseriamo il capo libero del jigging braid all’interno del solid ring come da foto.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 5Agganciamo con l’ago il capo libero del jigging braid.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 6Ora dobbiamo sfilare l’ago dal jigging braid, facendo attenzione a non far sganciare il capo agganciato all’ago.
Una volta sfilato l’ago questo sarà il risultato ottenuto.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 7In questo caso ho voluto utilizzare un piccolo octopus.
se volete costruirlo senza procedete negli step successivi senza fare caso all’octopus.
Fate passare l’ago all’interno dell’octopus come da foto.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 8Agganciate il capo libero del jigging braid con l’ago.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 9Ora portiamo l’octopus a battuta sul solid ring come da foto.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 10Onde evitare di avere i tentacolini sempre tra le mani, o che peggio ancora vadino a toccare la parte che incolleremo successivamente, in genere li ripiego sul corpo dell’octopus e li blocco con un pezzettino di scotch come in foto.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 11Ora inseriamo l’amo all’interno del jigging braid.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 12Facendo estremamente attenzione a non farci male, facciamo fuori uscire punta ed ardiglione dal jigging braid.
Per capire quando farlo uscire, regolatevi sulla base della lunghezza del gambo dell’amo che state utilizzando.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 13Ora portiamo il jigging braid a battuta sulla paletta come da foto.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 14Ora dobbiamo rilegare la parte di jigging braid sul gambo dell’amo, io in questo caso ho utilizzato un knotter, ma si può fare benissimo anche senza.
Dopo di che rimuoviamo il jigging braid in eccesso e passiamo un velo di colla.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 15Una piccola precisazione, di colla cianoacrilica ne basta veramente poca, e abbondare non serve a nulla.
Appena asciuga, questo sarà il risultato ottenuto.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 16Ora liberiamo i tentacolini del piccolo octopus e facciamolo scorrere sul gambo dell’amo, ed ecco il nostro assist hook pronto per andare uin pesca.


shore jigging italia tutorial assist hook 5 17In questa foto invece vediamo l’assist hook armato, pronto per andare in pesca.


Voi a vostro piacimento potrete ustilizzare il flashing, octopus, guaine termo retraibili o lasciarlo semplicemente senza nulla.
Questo come metodo costruttivo, è molto valido anche per la creazione di assist hook adatti all’utilizzo con piccoli jig.


Vi riporto qua ciò che ho scritto nell’ultimo tutorial dedicato agli assist hook costruiti con ami a paletta:
Parlando con alcuni amici pescatori, che praticano lo Shore Jigging, ho notato una certa diffidenza nei confronti degli assist hook così costruiti, per paura che l’amo si sfili durante il combattimento.
Ho fatto alcune prove a casa, forzandoli veramente tanto, e fin ora si è sempre spezzato l’amo senza mai cedere la parte rilegata.


Se ritieni utile questo tutorial e ti piaccciono i contenuti di questo blog effettua una piccola donazione tramite PayPal a favore di “Shore Jigging Italia”.
Potrai utilizzare il widget PayPal con il tasto “Donazione” in alto a destra.
Questo sito internet è una fonte di informazione totalmente gratuita e per mantenerlo attivo comporta un costo annuale.
Il tuo contributo sarà di grande aiuto per il blog, grazie di cuore.


Simone Aprile