image

L’articolo di oggi riguardante la sezione dei mulinelli è dedicato allo Shimano Saragosa SW nelle taglie 5000/6000.


Il Saragosa SW trasmette fin da subito un impressione di robustezza e affidabilità, e facendolo girare si sente che è un mulinello “pieno”.
Non ha la chiusura dell’archetto automatica, ma manuale, quindi l’archetto dovrà essere chiuso a mano ogni volta e ha un pomellone che risulta essere molto comodo durante l’utilizzo.
Il modello taglia 5000 recupera 97 cm di treccia per ogni giro di manovella mentre la taglia 6000 recupera 103 cm per ogni giro di manovella, il rapporto di recupero è di 5.7:1 per entrambe le taglie, sulla carta potrebbe non sembrare proprio l’ideale per la tecnica dello Shore Jigging, dato che generalmente si utilizzano mulinelli con un rateo più basso, ma in pesca è molto valido.
Io personalmente lo ho utilizzato senza problemi con jig fino a 60 grammi, ma alcuni amici in Grecia lo utilizzano con jig fino ad 80 grammi ed oltre su batimetriche importanti.
Quindi nonostante il rateo il Saragosa SW si presta molto bene per la tecnica dello Shore Jigging.

Il peso è di 460 grammi, e non 567 grammi per la taglia 5000 e 595 grammi per la taglia 6000 come scritto sul catalogo ufficiale Shimano.
A detta di molti, il peso è comunque un pochino eccessivo per un 5000, forse perchè abituati ai “falsi” 5000 con il corpo di un mulinello taglia 4000, ma tornando ai suoi 460 grammi, sono tutti di sostanza e in pesca equilibrano perfettamente la maggior parte delle canne da Shore Jigging presenti sul mercato da 9’0″ a salire, oltre che ad andar benissimo anche sulle normali canne da spinning da 7’0″-7’6″ con cui possiamo utilizzare jig di grammatura più leggera.
Ha 5 cuscinetti sa-rb e 1 cuscinetto rb.
La scorrevolezza non è il massimo ma possiamo anche farne a meno per questa tecnica.
Molto buono l’imbobinamento, che consente di poter pescare anche con trecciati PE molto fini, oltre che ai classici trecciati.
La frizione è molto tarabile, non impunta, Shimano inoltre dichiara un max drag di 10 kg.
Le taglie 5000 e 6000 hanno lo stesso corpo e circa lo stesso peso, e la capienza delle bobine è la solita a cui siamo abituati, uguale a tutti gli altri mulinelli di pari taglia.
la frizione è stagna, in dartanium 2 anzichè feltro,e protetta da membrane in gomma che servono a bloccare il passaggio di acqua, sabbia e polvere.
Il nuovo saragosa SW è un dotato di moltissime innovazioni tecniche, tra cui X-Ship, Power Roller 3, X-Shield, super Stopper 2, X- Drag e X-Protect.
Parlando di materiali, il corpo è interamente in alluminio, il rotore è in grafite, e la bobina è in alluminio forgiata a freddo.

Moltissimi i pregi e quasi impossibile trovare un difetto, ad essere pignoli, l’unico difetto che ho riscontrato, se così volgliamo definirlo, è un gioco un tantino eccessivo della manovella, che ho riscontrato, oltre che sul mio, anche su tutti i Saragosa che ho di amici che ho provato.
Del vecchio Saragosa sembrerebbe essere rimasto soltanto il nome.
In conclusione il nuovo Saragosa ha un rapporto qualità prezzo molto alto, ha affidabilità da vendere, è molto robusto e potente, in grado di combattere e tener testa a pesci di taglia, un mulinello che saprà farsi apprezzare e che ci regalerà moltissime soddisfazioni in pesca.
Ecco di seguito alcune immagini ed un breve video, mentre cliccando qui potrete accedere alla sezione dedicata al Saragosa SW sul sito ufficiale Shimano.




Simone Aprile