Menu Chiudi

Tutorial: Come costruire gli Assist Hook parte 2

shore jigging italia tutorial assist hook 2 12Ecco un’altro tutorial dedicato ai metodi costruttivi degli assist hook.
Buona lettura!!! 🙂


Ecco un altro semplice tutorial, per utilizzare questo metodo costruttivo dobbiamo però utilizzare un jigging braid cavo.
inoltre dovremo stare attenti a non utilizzare ami con filo troppo spesso in relazione del jigging braid utilizzato.
iIn parole povere, se utilizzate ami troppo massicci con jigging braid troppo esili, l’amo non potrà massare al suo interno.
Per costruire questo assist hook ho utilizzato:

-Sufix Jigging braid 110 LB
-Amo Decoy Pike Type-R JS-3
-Solid ring Owner Solid ring P-14 misura 4
-Colla cianoacrilica tubertini Mach-2
-Knotter con del trecciato (knotter non necessario, è possibile anche rilegare a mano)
-Ago (reperibile nella confezione del Sufix Jigging Braid)
-Guaina termoretraibile
-Forbicine
-Accendino


shore jigging italia tutorial assist hook 2 1Come primo step, prendiamo uno spezzone di jigging braid, e inseriamo al suo interno l’ago, la lunghezza dell’assist hook sarete voi a deciderla.


shore jigging italia tutorial assist hook 2 2Fate uscire la punta dell’ago, e inserite un solid ring dall’altro capo del jigging braid.


shore jigging italia tutorial assist hook 2 3Con l’ago agganciate il capo libero del jigging braid, e sfilate l’ago.
Questo è il risultato che otterrete.


shore jigging italia tutorial assist hook 2 4Facciamo passare il jigging braid all’interno dell’occhiello.
Dato che i Decoy Pike Type-R JS-3 hanno occhiello storto verso l’esterno, il jigging braid passerà così, se utilizzate invece ami ad occhiello dritto dovrà entrare e uscire nella maniera opposta.


shore jigging italia tutorial assist hook 2 5Ora inseriamo la punta dell’amo all’interno del jigging braid.
Gia da qua decideremo la lunghezza che avrà il nostro assist hook.


shore jigging italia tutorial assist hook 2 6Facciamo uscire la punta dell’amo e l’ardiglione, facendo moltissima attenzione a non farci male.


shore jigging italia tutorial assist hook 2 7Ora portiamo il jigging braid a battura sull’occhiello come da foto.


shore jigging italia tutorial assist hook 2 8Rileghiamo il jigging braid sul gambo dell’amo con del trecciato.
Io in questo caso ho utilizzato un knotter, ma si può fare benissimo anche senza.


shore jigging italia tutorial assist hook 2 9Quindi eliminamo il jigging braid in eccesso e incolliamo con un pochino di colla cianoacrilica, ne basta veramente poca, e abbondare non serve a nulla.
Appena asciuga, questo sarà il risultato ottenuto.


Come per il tutorial precedente, in base alle nostre preferenze, potremmo definire l’assist hook finito.
Le ultime tendenze portano i pescatori a non utilizzare quasi più le guaine termoretraibili.


shore jigging italia tutorial assist hook 2 10In questo caso io ho utilizzato guaina termoretraibile trasparente.
Ecco quindi il risultato finale.


shore jigging italia tutorial assist hook 2 11Ecco invece l’assist hook armato sul jig/terminale, pronto per essere utilizzato in pesca.


Se ritieni utile questo tutorial e ti piaccciono i contenuti di questo blog effettua una piccola donazione tramite PayPal a favore di “Shore Jigging Italia”.
Potrai utilizzare il widget PayPal con il tasto “Donazione” in alto a destra.
Questo sito internet è una fonte di informazione totalmente gratuita e per mantenerlo attivo comporta un costo annuale.
Il tuo contributo sarà di grande aiuto per il blog, grazie di cuore.


Simone Aprile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.