imagemanibika logo

L’articolo di oggi è dedicato ad un’altra Manbika di casa Tailwalk, dopo avervi descritto la 96H è arrivato il momento di parlare della 96MH, una chicca che purtroppo non viene ancora importata in Italia attraverso i canali ufficiali.

Una canna che a parer mio é “quasi” perfetta per i mari italiani, dato che ci consente di pescare sia dalle postazioni alte, tipiche dell Shore Jigging, e sia da scogliere basse e anche dalla spiaggia, dato che nonostante la lunghezza possiede anche  una buona maneggevolezza.
La lunghezza è di 9’6″, ovviamente è in due sezioni e possiede un casting Weight di 60 reali.
Gode di componentistica di alto livello, anelli Fuji SIC doppio ponte e placca Fuji.
L’innesto è a spigot, costruito bene e risulta essere molto robusto e la sensibilità é ottima, questa canna ci permetterá di goderci anche piccoli pesci, ma che non avrà problemi a fronteggiare pesci di taglia, anche in condizioni difficili.

La Tailwalk dichiara un max drag i 4,5 kg, personalmente li trovo un pochino sovrastimati.
Il casting weight dichiarato è reale, è possibile senza alcun problema lanciare i 60 grammi dichiarati, l’unico problema è che mi è sembrata un pochino soffrire sulla gestione del jig su batimetriche importati, ovvero su fondali da 50/60 metri.
Mentre per il casting weight minimo lancia e gestisce bene jig da 20/25 grammi a salire.
Il peso della canna è di 249 grammi, e si equilibra molto bene con mulinelli di  taglia 5000 Shimano o 3500/4000 Daiwa.

La canna è ben rifinita e molto curata, il manico è ben assemblato e le legature degli anelli sono ben fatte.
Il rapporto qualità/prezzo è molto alto, ed é un piacere da vedere, ma soprattutto da utilizzare, ottima sia per chi si avvicina allo Shore Jigging, che per il pescatore che cerca un attrezzo affidale e divertente e perchè no, anche definitivo.
Ecco di seguito alcune immagine, mentre cliccando qui potrete accedere alla sezione dedicata alla Manbika sul sito ufficiale Tailwalk.


Simone Aprile